Regione Veneto

PagoPA. Nuova modalità pagamento dovuti alla Pubblica Amministrazione.

Pubblicata il 03/03/2021

Il Comune di Casale sul Sile, mediante l'intermediario Regione Veneto, aderisce al sistema nazionale dei pagamenti denominato pagoPA, iniziativa che consente a cittadini ed imprese di pagare, in modalità elettronica, quanto dovuto alla Pubblica Amministrazione.

In forza della nuova formulazione dell’articolo 5 del Codice dell’Amministrazione Digitale di cui al D.Lgs. n. 82/2005, le Pubbliche Amministrazioni sono obbligate ad accettare, tramite la piattaforma pagoPA, i pagamenti spettanti a qualsiasi titolo attraverso sistemi di pagamento elettronico.

L’articolo 65, comma 2, del Decreto legislativo 13 dicembre 2017, n. 217 stabilisce «L’obbligo per i prestatori di servizi di pagamento abilitati di utilizzare esclusivamente la piattaforma di cui all’articolo 5, comma 2, del decreto legislativo n. 82 del 2005 per i pagamenti verso le pubbliche amministrazioni decorre dal 28 febbraio 2021». Pertanto, a decorrere da tale data, i prestatori abilitati a offrire servizi di pagamento ai sensi della PSD2 non potranno in alcun modo eseguire servizi di pagamento che non transitino per il Nodo dei Pagamenti-SPC e che abbiano come beneficiario un soggetto pubblico obbligato all’adesione allo stesso sistema PagoPA è un sistema di regole, standard e strumenti definiti dall'Agenzia per l'Italia Digitale (AgID) ed accettati da Pubblica Amministrazione, Banche, Poste ed altri istituti di pagamento (Prestatori di servizi di pagamento-PSP) aderenti all'iniziativa.

A seconda del servizio che si vuole pagare, il pagamento attraverso PagoPA può essere:

con avviso di pagamento, il cittadino può procedere:

  • al pagamento presso uno dei Psp - Prestatori di servizi di pagamento abilitati (tabaccai, postazioni bancomat di alcune banche, ricevitorie Sisal...);

  • al pagamento online sul sito MyPay. In questo caso è possibile procedere al pagamento direttamente inserendo il codice Iuv/codice avviso, il codice fiscale e l'email oppure autenticandosi con Spid.

senza avviso di pagamento, il cittadino procede direttamente al pagamento, attraverso il sito MyPay.

Chi accede al portale MyPay autenticandosi con Spid - Sistema pubblico di identità digitale può verificare la propria situazione, usufruire dei servizi di estratto conto e avere traccia dei pagamenti effettuati in ambito regionale. I pagamenti possono essere effettuati anche attraverso i canali (online e fisici) di banche e altri Prestatori di servizi di pagamento (Psp), ovvero:

presso le agenzie della propria banca;

con l'home banking del proprio Psp (cercando i loghi CBILL o PagoPA);

presso gli sportelli ATM della propria banca (se abilitati);

presso i punti vendita di Sisal, Lottomatica, ecc.


E' possibile, inoltre, procedere al pagamento con l'APP IO (nella sezione portafoglio dell'app e cliccando su "paga un avviso").

Si precisa che le modalità di pagamento per i seguenti servizi permangono invariate:

la Delega unica F24» (c.d. modello F24) e il Sepa Direct Debit (SDD), sino alla loro integrazione con il Sistema pagoPA;

eventuali altri servizi di pagamento non ancora integrati con il Sistema pagoPA e che non risultino sostituibili con quelli erogati tramite pagoPA poiché una specifica previsione di legge ne impone la messa a disposizione dell’utenza per l’esecuzione del pagamento;

i pagamenti eseguiti per cassa, presso il soggetto che per tale ente svolge il servizio di tesoreria o di cassa.


Link al video sul funzionamento di pagoPA al cittadino:

https://www.youtube.com/watch?v=RHOAu5GwKnE&t=95s&ab_channel=Dipartimento perlaTrasformazioneDigitale


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto