Regione Veneto

20-03-2009 SPORTELLO ANIMALI: DECINE DI CONSIGLI E INFORMAZIONI, TROVATA “CASA” AD ALCUNE CUCCIOLATE DI CANI E GATTI

 

Risolte felicemente anche le situazioni di alcune colonie di cani e gatti che erano diventate difficili da gestire.
Lo sportello, gestito dall’Associazione U.N.A., è aperto tutti i giovedì, dalle 17:00 alle 18:30, in Municipio


A poco più di 4 mesi dall’apertura, sono alcune decine i cittadini che si sono rivolti allo “Sportello per i diritti degli animali” creato dal Comune di Casale sul Sile, in collaborazione con l’Associazione U.N.A. (Uomo, Natura, Animali). La maggior parte degli utenti ha chiesto informazioni, consigli e suggerimenti sulla cura degli animali da affezione ed in qualche caso un vero e proprio aiuto per risolvere alcune situazioni di difficile convivenza tra persone e animali.
«Alcuni cittadini hanno chiesto la collaborazione dello sportello per trovare persone disposte ad adottare cuccioli di cani o gatti. In tutti i casi è stata “trovata casa” ai cuccioli e contemporaneamente è stata consigliata la sterilizzazione delle femmine di cane o gatto che li avevano partoriti, in modo da evitare ulteriori gravidanze e il ripetersi del problema fra qualche mese  – spiega Claudia Ive, che gestisce lo sportello – Grazie alla collaborazione fra Amministrazione comunale, Polizia Locale e settore veterinario dell’azienda Ulss sono state risolte felicemente anche le situazioni di alcune colonie di cani e gatti che erano diventate difficili da gestire, provvedendo alla sterilizzazione delle femmine e consegna di riserve di cibo».
«Lo sportello ha esaminato anche alcune segnalazioni relative a casi di cani che creavano disturbo al vicinato, per la verità riscontrando una situazione assolutamente nella norma – aggiunge Ive – Rispetto a questo tema va però precisato che molto spesso la responsabilità è anche dei padroni, che costringono l’animale a vivere in situazioni non idonee, come ad esempio cucce fatiscenti, catene troppo corte, lunghe ore in solitudine, provocando l’ovvia reazione del povero cane, che si esprime come può: abbaiando o emettendo guaiti».
«Un fenomeno verificatosi in queste ultime settimane e difficile da comprendere – conclude la responsabile dello sportello – sono le segnalazioni di cani e gatti, spesso anche di razza e comunque abituati a vivere in ambito familiare, scomparsi nel nulla. In questi casi l’unico aiuto possibile è la diffusione della notizia e l’invito a segnalare l’eventuale avvistamento».
Conclusa positivamente la fase di avvio e presentazione, lo “Sportello per i diritti degli Animali” sta predisponendo alcune iniziative per il futuro: la presenza alla festa dei fiori con uno spazio informativo sull’ambiente e gli animali; l’organizzazione di incontri sul rapporto tra l’uomo e gli animali da affezione, alcune iniziative rivolte ai ragazzi delle scuole e la promozione della campagna per la microchippatura dei cani. Iniziative che in alcuni casi saranno realizzate con la collaborazione dell’ambulatorio veterinario di Casale sul Sile.


Torna indietro
torna all'inizio del contenuto